dominos wednesday offer code

amazon coupon

bookmyshow coupon code

shopclues discount coupons

globalnin.com

Motion Graphic Moving Dots

Motion Graphic – Cos’è questa forma d’arte

By | Articoli | No Comments

Si parla tanto di Motion Graphic, ma effettivamente cos’è questa forma d’arte che nasce nell’800. Iniziamo con il distinguerla dalla grafica statica; come possiamo intuire la differenza sostanziale è il movimento; cioè l’arte della grafica ma in movimento o meglio, ogni progetto creativo all’interno del quale uno o più elementi si muovo è considerato un opera di motion graphic.

Le origini

Sebbene sia facile intuire che fu l’industria del cinema a gettare le basi per la motion graphic, si può far risalire le origini anche ai libri animati o zootropi, ma meglio invece far gettare le basi alle prime sequenze dei titoli di testa nel cinema.

La motion graphic come la conosciamo oggi però deve i suoi natali all’invenzione dei primi cartoni animati e ai primi lavori del cinema degli anni ’50/’60.

Tuttavia il primo a indicarla con questo nome fu Jhon Whitney, padre dell’animazione al computer che nel 1960 fondo la sua azienda che si occupava di creare sigle per la televisione e il cinema.

Il tutto si è poi evoluto fino ai giorni nostri.

Il compito del Motion Designer

Il compito del Motion Designer è quasi magico: dare vita a statiche rappresentazioni con l’utilizzo di effetti e tecniche che rendano il prodotto finale emozionante, interessante e coinvolgente.

Non deve far altro che comunicare allo spettatore il messaggio che si era prefissato, e per riuscirci al meglio deve possedere doti empatiche, idee originali e ottima creatività. Che siano i titoli di coda di un film, dei loghi animati, delle pagine web interattive o presentazioni aziendali il suo obbiettivo è quello di stupire.

Software e Hardware del motion grapher

I mezzi per realizzare le visioni del motion grapher sono essenzialmente 2: un hardware potente e un software specifico.

Il motion graphic designer deve possedere le qualità di un grafico e quelle dell’animatore, ecco perché sia i software che gli hardware adatti a tale scopo sono molto costosi, perché devono integrare numerose caratteristiche per soddisfare al meglio queste esigenze e non mettere limiti alla creatività.

I software più usati sono: After Effects, Maya e Cinema 4D. Ma si passa anche attraverso altri software come illustrator o Photohop. L’importante è che abbiano la capacità di combinare video, testi, musica, parlato, visualizzazione di dati, effetti speciali e animazioni 3D.

L’hardware si prende la parte più onerosa tra gli strumenti del motion grapher e si avvale di computer molto potenti, chiamate workstation, dal costo di qualche migliaio di euro, come i nuovissimi Mac Pro ad esempio; il tutto deve essere accompagnato da monitor professionali in grado di avere una corrispondenza cromatica e di illuminazione/contrasto superiori alla media.

Moving Dots utilizza il meglio della tecnologia attuale per creare le migliori motion graphic possibili e non dare limiti alla creatività.

Design e Grafica i Trend del prossimo anno

Design e Grafica – I Trend del prossimo anno

By | Articoli, News | No Comments

Il trend grafico e di design sta cambiando in maniera più prevedibile in questi ultimi mesi, e rende più facile anche una lettura per il prossimo anno. A meno di smentite straordinarie riteniamo che ci sia un generale assestamento sul minimalismo, sia per quanto riguarda le produzioni statiche che dinamiche, idem per la scelta dei font che converge verso il Sans Serif.

Ma vediamo effettivamente cosa potrebbe succedere nel corso del prossimo anno.

Monocromatico

Si è visto molto durante questi ultimi mesi; il design monocromo non è un semplice ritorno al bianco e nero ma un ritorno all’omogeneità del colore. Di solito viene realizzato scegliendo un colore o un breve intervallo di colori simili. Il motivo di una tale scelta è per focalizzare l’attenzione sulle forme o sul testo.

Metallico

Già da qualche mese stiamo iniziando a notare un ritorno dello stile metallico, specialmente delle tonalità oro. L’effetto metallo era molto in voga durante i primi anni del 2000, ma oggi pare sia tornato in auge, complice il desiderio di realismo che, vediamo sempre più spesso.

Realismo

Come detto più su, sopratutto nella grafica 3D il realismo è il trend più in vigore in questi ultime settimane. Emerge prepotente il desiderio di curare i dettagli, anche in maniera maniacale, come a voler sottolineare un realismo quasi brutale.

Line Art o Silhouette

Anche questo è uno stile grafico che sa essere molto apprezzato, dove il gioco di luci e ombre comunica un forte impatto emotivo. Lo si è visto in modo particolare nel packaging e si confonde spesso con lo stile monocromatico. Crediamo che l’anno prossimo raggiunga il culmine.

Secondo noi di Moving Dots, questi sono i trend grafici che la faranno da padrone per l’anno a venire, con buona pace dei detrattori.

 

RGB HaptX

RGB HaptX – La plugin di Unity che facilità il lavoro

By | Articoli | No Comments

Nella previsualizzazione con la Realtà Virtuale è importante che il soggetto si senta in un ambiente  realmente immersivo; l’ausilio di nuove tecnologie come quella RGD HaptX è una necessità importante per la piattaforma DIVE di Moving Dots.

Fino a oggi è stato molto impegnativo implementare le sensazioni tattili, in modo credibile, negli enviroment 3D; sia perché la creazione, il test e il perfezionamento degli “effetti aptici” (sensazioni tattili) è un processo noioso, sia perché richiede uno studio approfondito per essere realistico.

La plugin sviluppata per Unity agevola il nostro lavoro, evitando la programmazione manuale di frequenza e ampiezza a favore di un approccio basato sulla forma d’onda che fornisce agli sviluppatori una pipeline familiare quando si tratta di creare, implementare e innescare eventi tattili, permettendoci di risparmiare tempo e creare un ambiente molto più “appagante“.

Questo è un esempio applicato alla previsualizzazione in ambito automotive.

Il mestiere del colorist - Da Vinci Resolve

Il mestiere del colorist – Da Vinci Resolve

By | Articoli | No Comments

Nelle produzioni video in genere, sopratutto quelle ad alto budget, il bilanciamento dei colori è una componente molto importante e la figura professionale del colorist è sempre più richiesta.

La color correction è una fase ormai obbligatoria della post produzione video e tra i software più avanzati che si occupano di questo aspetto troviamo Da Vinci Resolve di Blackmagic.

Il lavoro del colorist è quello di bilanciare l’illuminazione, il contrasto e i colori delle immagine riprese, spesso anche solo in porzioni di esse. Sebbene possa sembrare una cosa facile, il lavoro di un bravo colorist è nettamente più impattante di una semplice correzione cromatica.

La color grading che effettua il colorist è una vera e propria forma d’arte e spesso fa la differenza tra un video bello e uno stupefacente. Con la color grading possiamo suscitare stati d’animo (Azzurro rassicurante, Rosso passionale, ecc.), cambiare il momento di una giornata (accendere i colori di un tramonto o trasformare una scena diurna in notturna) o semplicemente suggerire un’ambientazione (Blu artico o Verde foresta).

Inoltre il software scelto può velocizzare il lavoro del colorist o semplicemente mettergli a disposizione potenti strumenti per creare immagini devastanti; ecco perché la scelta di Moving Dots è ricaduta sull’ultima fatica di Blackmagic: Da Vinci Resolve.

Il massimo del software per creare il miglior prodotto per i propri clienti; Da Vinci Resolve è attualmente usato da moltissime major di Hollywood in produzioni Marvel e Universal.

Logitech inventa la Stylus per la Realtà Virtuale

By | Articoli | No Comments
Logitech lancia, sulla piazza della Realtà Virtuale, una Stylus (VR Ink ‘Pilot Edition’) capace di portare a nuovi livelli di creatività la produzione grafica.
L’oggetto ha caratteristiche molto interessanti: è dotato di una notevole precisione e un tempo di risposta davvero molto buono. Come possiamo vedere dai video 1 e 2.

Maggiori informazioni potete trovarle su Road to VR, cliccando qui.

Moving Dots è sempre molto attenta al rilascio di tecnologie coma questa per incrementare la produttività e accentuare la creatività.

Lamborghini

Lamborghini

By | Post Facebook | No Comments

Quando il lavoro ⚙️ si mescola con la passione 💓, viene fuori il meglio di noi. A Moving Dots piace il mondo delle auto 🏎️ e ancora di più quello delle corse 🏁. Un po’ come Graham Hill:”La pista è la mia tela. La mia auto è il mio pennello“. Lamborghini

Adobe sviluppa un AI capace riconoscere foto manipolate

By | News, Post Facebook | No Comments

Lo sviluppo di algoritmi di Intelligenza Artificiale (AI) basati su machine learning è sempre più un risorsa importante per i produttori di contenuti originali; questa volta è Adobe che si distingue per aver introdotto un algoritmo capace di distinguere, con una precisione del 99%, se un volto è stato contraffatto o manipolato.

Ormai è diventato sempre più difficile valutare l’autenticità di una foto o se questa è stata manipolata, ma la casa di Photoshop in collaborazione con l’università di Barkley (California) è riuscita a creare un tool che può aiutarci a svelare simili contraffazioni.

Moving Dots segue con interesse questi sviluppi perché, con le opportune modifiche, certe tecnologie possono essere utilizzate per incrementare la qualità delle creazioni dell’azienda.

Maggiori informazioni sull’argomento le potete trovare qui.

 

globalnin